venerdì 9 maggio 2008

Il silenzio assordante


E’ incredibile come il tragico assassinio di Moro possa turbarmi ancora oggi.

E’ incredibile perché quel giorno, il 9 Maggio di 30 anni fa, non avevo che 2 anni, non ho vissuto in prima persona il dramma, non ho ascoltato con le mie orecchie i TG e non ho letto con i miei occhi i giornali.

Eppure è vivo in me un senso di inquietudine a tratti inspiegabile, forse figlio della mia disapprovazione per questi metodi di lotta, forse perché tremo all’idea che quegli anni e quei drammi possano tornare attuali.

In me, oggi, al di là del desiderio di verità e di giustizia, alberga il dissenso e il rifiuto per una strategia politica che pretende di mutare il corso della storia attraverso la violenza, verbale e non. Risuonano nella mia mente sempre le stesse considerazioni: un uomo non può esser messo sotto processo e giustiziato per le proprie idee politiche, un uomo non può essere umiliato e abbandonato in nome di una ragion di stato non meglio specificata, un uomo non può pagare con la propria vita il proprio tentativo di apertura al dialogo e al compromesso politico.

Anche per questo, oggi, alle 12.00 mi fermo per un minuto in silenzio e in raccoglimento per ricordare quanti in passato, nel presente e nel futuro (spero di no!) spendono la propria vita in difesa dei valori fondanti della nostra Carta Costituzionale. Ma non solo. Ci sono ancora casi e vittime che reclamano giustizia e verità, mi fermo anche per loro, per i parenti delle vittime delle stragi senza colpevoli, per gli assassini senza volto che non ascoltano la voce della propria coscienza.

Gli anni di piombo

Piazza Fontana

Piazza della loggia

Italicus

Stazione di Bologna




2 commenti:

indiano ha detto...

Ti ringrazio per la tua visita e per il tuo commento.

spero che tutti noi possa partire con forza e coraggio quel messaggio di pacifica e orgogliosa ribellione che porti a minare quanto più possibile questo stato sbriciolato dalla mafia e dalle collusioni.

Indiano

mariella ha detto...

ciaooo ,bhe positiva lo sono..da morire:)))
ti aggiungo ai miei preferiti,è davvero un piacere leggerti
Mariella